La cocciniglia farinosa della vite da tavola

Un fitofago in aumento la cui presenza rende l’uva di scarso o nullo valore commerciale.

Il Planococcus ficus è una cocciniglia farinosa presente su uva da tavola, la cui diffusione è in aumento negli ultimi anni nei maggiori areali di produzione. Tra le ragioni di tale crescita c’è anche l’evoluzione nella gestione fitosanitaria dei vigneti dovuta a cambiamenti sia nella strategia di lotta che nel panorama degli insetticidi.

La cocciniglia è un fitofago particolarmente insidioso, perché i danni che arreca spesso non sono così evidenti se non nelle fasi finali della coltura, quando non è più possibile rimediare. A differenza di altri insetti, la sua presenza non si manifesta con sintomi evidenti su foglie e germogli, bensì sui grappoli dove produce danni diretti e indiretti, visibili tardivamente, che rendono l'uva di scarso o nullo valore commerciale.

Più che i danni diretti, dovuti alla sottrazione di sostanze nutritive alla pianta, sono i danni indiretti ad essere estremamente critici per il produttore di uva da tavola:

  • presenza di adulti all'interno dei grappoli;
  • abbondante produzione di melata che imbratta i grappoli;
  • sviluppo di fumaggine che sporca i grappoli.
planococcus ficus vite da tavola
planococcus ficus vite da tavola

La complessità
della cocciniglia

Il ciclo biologico del Planococcus ficus è estremamente complesso e rende particolarmente difficile il controllo di questo insetto per varie ragioni, tra cui:

  • la riproduzione, in parte, partenogenetica;
  • le diverse generazioni che compie durante la stagione vegetativa;
  • l’accavallamento dei cicli biologici;
  • l’elevata entità di uova prodotte dalle femmine (300-750);
  • la collocazione insidiosa degli individui adulti e giovanili e quindi la difficoltà nel raggiungerli con i prodotti fitosanitari nelle parti più interne del grappolo e dell’intera pianta.

Il metodo della confusione sessuale, accettato ben volentieri dalle aziende viticole e già avviato da tempo nei confronti della tignoletta, è importante per migliorare il controllo della cocciniglia farinosa; tuttavia aumenti di popolazioni sono stati riscontrati anche in vigneti dove è applicata questa tecnica, a causa di due aspetti biologici che sfuggono all’efficacia della confusione sessuale:

  • la possibilità di alcune femmine di riprodursi senza la necessità della fecondazione del maschio, quindi in modo partenogenetico;
  • la presenza di femmine fecondate svernanti o neanidi di II e III età (all’interno di ovisacchi), annidiate nel ritidoma del ceppo, che tra aprile-maggio, con una certa scalarità, migrano verso la vegetazione in fase di sviluppo vegetativo.
planococcus ficus vite da tavola

Perchè il monitoraggio della cocciniglia?

Per evitare che individui sfuggano al controllo e per migliorare il controllo stesso, è essenziale monitorare l’andamento delle diverse fasi di crescita del fitofago per intervenire nelle fasi più critiche, valutando, a livello aziendale, l’entità e la diffusione del Planococcus ficus.

planococcus ficus vite da tavola

Monitoraggio uva da tavola

Attraverso il monitoraggio messo a disposizione da Bayer con il supporto di centri di ricerca in Puglia, Basilicata e Sicilia, è possibile una gestione fitosanitaria sostenibile, individuando per tempo le prime infestazioni e posizionando gli eventuali interventi solo se e quando serve con prodotti specifici come Movento.

planococcus ficus vite da tavola

Utilizzo di Movento

Oltre ad avere una elevata e prolungata efficacia sulla cocciniglia, Movento, rispetta gli antagonisti naturali, mantenendo più a lungo una ridotta diffusione del fitofago. Movento è il primo insetticida che si diffonde anche attraverso il floema. E' quindi in grado di diffondersi sia in senso ascendente che in senso discendente.

  • Uova Uova
  • Neanidi 1°età Neanidi 1°età
  • Neanidi 2°età Neanidi 2°età
  • Neanidi 3°età Neanidi 3°età
  • Adulti Adulti

Il ciclo biologico della cocciniglia

Uova

Uova

Neanidi 1°età

Neanidi 1°età

Neanidi 2°età

Neanidi 2°età

Neanidi 3°età

Neanidi 3°età

Adulti

Adulti

Il ciclo biologico della cocciniglia farinosa è complesso. Le femmine fecondate svernano sotto il ritidoma dei tralci e del fusto. A primavera riprendono l’attività deponendo le uova e producendo un caratteristico ovisacco bianco e cotonoso. Dopo 15 giorni, nascono le neanidi. Gli adulti di questa generazione compaiono all’inizio di giugno; le femmine sono prive di ali, mentre i maschi ne sono provvisti.

In estate si hanno due generazioni. Le cocciniglie durante la prima generazione sono localizzate sul tronco e alla base dei germogli. Nella seconda generazione preferiscono i primi internodi e la pagina inferiore delle foglie. Le neanidi della terza generazione si spostano fino ai grappoli nella fase di invaiatura.
Nel periodo invernale, le forme mobili si portano sotto il ritidoma del ceppo e qui svernano come femmine mature, pronte per l’ovideposizione.

Scopri quando è il momento giusto
per intervenire contro la cocciniglia

planococcus ficus vite da tavola

Tieni sotto controllo una precisa area geografica nelle regioni di Puglia, Basilicata e Sicilia

Dati aggiornati settimanalmente per consentirti di intervenire nel momento più giusto

Ricevi via mail degli avvisi per valutare meglio quando trattare la tua coltura